Precedenza titolari della legge 104: perchè fare ricorso

Un’interessante ordinanza del Tribunale di Cassino incoraggia la proposizione di futuri ricorsi per legge 104.

Dopo l’accoglimento del ricorso di un docente entrato in ruolo lo scorso Luglio a cui l’amministrazione non aveva garantito la facoltà di scelta della sede quale prioritaria rispetto ad altri candidati. Il Giudice afferma che:

“Al ricorrente deve essere garantita la sede più vicina alla residenza del titolare della 104/92.  L’amministrazione è tenuta a procedere in tal senso assegnando una sede tra quelle ove risultino posti vacanti e disponibili da assegnare al docente”.

Pertanto, impugnando il contratto a tempo indeterminato per mancato rispetto del diritto di precedenza nella scelta della sede, il docente inserito potrà avvicinarsi a casa!

Il caso esposto, ripercorre situazioni simili che si ripresentano ogni anno. Referente unico per l’assistenza al disabile e impossibilitatà di attendervi degli altri familiari che richiede l’avvicinamento al comune ove presta assistenza.

Il Ministero si limita, spesso, a produrre un mero prospetto nel quale viene indicato in corrispondenza di ogni sede scolastica provinciale il numero delle cattedre disponibili. Non espone però se vi siano docenti titolari di posizioni utili in relazione al titolo di precedenza  ex L. 104/92 prodotto da altri docenti.

Ill diritto a godere della precedenza per quanti hanno la 104, che è stato dichiarato anche dalla Corte Costituzionale, consente a quanti non hanno avuto precedenza nella scelta della sede, di rivolgersi al Giudice per ottenere  la giusta considerazione.

ragazzo che guarda una insegna con su scritto 104 titolarità legge 104 scuola ricorsi

In sostanza

In base alla legge 104/92 i lavoratori diversamente abili o che assistono parenti e affini entro un certo grado, hanno la priorità nella scelta della sede di lavoro. Ai sensi degli art. 21 e 33 comma 6 della Legge 104/1992 la persona con disabilità personale ha diritto alla precedenza nell’assegnazione della sede.

Questa titolarità può essere quindi ora usata da tutti coloro che non sono riusciti ad accedere a tale priorità nella scelta della destinazione.

Per rinvendicare questo tuo diritto, usa il modulo di contatto e pianifica un appuntamento con lo studio legale.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Aggiungi questi tag e attributi HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>